Ecco il Cud 2013: datori ed enti pensionistici devono consegnarlo al contribuente entro il 28 febbraio

MARTEDI' 15 GENNAIO 2013

La versione definitiva del Cud 2013 è disponibile sul portale dell’Agenzia delle entrate (e anche qui alla fine del documento correlato). I datori di lavoro e gli enti pensionistici hanno tempo fino al 28 febbraio per consegnare, al contribuente, in duplice copia, la certificazione unica dei redditi di lavoro dipendente percepiti nel 2012. Lo riferisce l’Agenzia delle entrate con documento pubblicato a seguito dell’approvazione del Cud, con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate.

Usi di legge
Il Cud 2013 va rilasciato, per quanto riguarda i dati previdenziali e assistenziali dell’Inps, anche dai datori di lavoro non sostituti d’imposta, già tenuti a presentare le denunce individuali delle retribuzioni dei lavoratori dipendenti. Il soggetto interessato può presentare il Cud rilasciato dal datore di lavoro, ai fini degli adempimenti istituzionali.

Certificazione integrativa
Qualora il sostituto d’imposta, a seguito di una richiesta conseguente alla cessazione del rapporto di lavoro avvenuta nel 2012, abbia rilasciato al sostituito la certificazione unica prima dell’approvazione dello schema, i dati previsti nello schema Cud 2013 e non presenti nel Cud 2012 già consegnato, vanno inseriti in una certificazione integrativa, anche non comprensiva dei dati già certificati. Lo stesso provvedimento definisce le modalità per il rilascio della certificazione, entro la stessa scadenza del 28 febbraio, della certificazione dei redditi diversi di natura finanziaria. L’adempimento riguarda i notai, gli intermediari professionali, le società e gli enti emittenti, che intervengono nelle cessioni e nelle altre operazioni che possono generare redditi diversi di natura finanziaria. In questo caso, la certificazione deve riportare le generalità e il codice fiscale del contribuente, natura, oggetto e data dell’operazione, quantità delle attività finanziarie oggetto dell’operazione, eventuali corrispettivi, differenziali e premi.

Informazioni aggiuntive